Il rifugio

homepage

le camere

i prezzi

contatti

dove siamo

la storia

eventi

gastronomia

Il posto

Castelluccio di Norcia

Il Parco Nazionale dei Monti Sibillini

Flora e Fauna

Link

English NewsEnglish version of news

Cookie e Privacy - informativa

Seguici su Google+

FAUNA

 

II mammifero più importante che popola il Parco dei Sibillini e il Lupo Appenninico. In passato si credeva erroneamente che questo animale potesse attaccare la specie umana. Cosi 1'uomo, temendo per la propria incolumità, era solito abbattere o avvelenare il lupo. In questo modo si era Volpe dei Monti Sibillini tra la nevequasi giunti alla sua estinzione, ma da quando sono stati istituiti i Parchi e entrato fra le specie protette. E’ molto raro 1'incontro con il Lupo, ma e facile riscontrare la sua presenza seguendone le tracce ed ascoltandone gli ululati. Ovviamente tanti altri sono gli animali che popolano il nostro Parco. Ci sono pochi esemplari di Gatto Selvatico e di Aquila reale. Tante sono invece le Lepri e le Volpi, sempre facilmente avvistabili. Fra i rapaci notturni e diurni ci sono i Barbagianni, l’Allocco, il Gufo, la Civetta, la Poiana, lo Sparviero ed il Gheppio. Sono diffusi su tutto il territorio, ma hanno bisogno di grande protezione. Le principali specie migratorie sono ben rappresentate dalle Allodole e dalle Quaglie. E' inoltre possibile vedere con facilita Corvi, Ghiandaie Comacchie grigie, Taccole e Gracchi. Numerose sono le specie dei Passeracei. Fra i rettili non si possono dimenticare la Vipera Orsini e la Vipera Aspis. Nei racconti popolari si narra spesso di morti dovute al morso delle Vipere, ma in realtà questo animale si e rivelato mortale solo in pochissimi casi. II Parco Nazionale dei Sibillini, da qualche anno, si sta impegnando di reintrodurre net territorio animali ormai estinti. Lo ha fatto con i Cervi, i Caprioli ,ed i Camosci, che si sono ben ambientati e riprodotti. Con estrema soddisfazione possiamo concludere con i recenti avvistamenti dell'Orso Marsicano che era ritenuto scomparso su questo territorio e che timidamente si sta riaffacciando.

 

Contattaci per maggiori informazioni